Gli studenti delle classi quinte che intendono sostenere per l’a.s. 2019/2020 gli Esami di Stato devono presentare al Dirigente Scolastico la relativa domanda,

utilizzando lo stampato "Ammissioni agli esami di stato" Mod. 06 presente nella sezione MODULISTICA sul nostro sito, entro e non oltre il 30 novembre 2019 con  la ricevuta di pagamento di € 12,09  sul c/c 1016 Agenzia delle Entrate.  Gli alunni devono inoltre consegnare nel più breve tempo possibile,  presso le rispettive segreterie il diploma originale di terza media, indispensabile per la partecipazione all’Esame di Stato.Sono ammessi agli Esami di Stato gli alunni dell’ultima classe che, nello scrutinio finale, conseguono una votazione non inferiore a 6/10 (sei decimi) in ciascuna disciplina o gruppo di discipline valutate con l’attribuzione di un unico voto secondo l’ordinamento vigente e un voto di comportamento non inferiore a 6/10 (sei decimi).

Il voto di comportamento concorre alla determinazione dei crediti scolastici.

Ai fini della valutazione finale di ciascuno studente è richiesta la frequenza di almeno tre quarti  dell’orario annuale personalizzato (art. 14 comma 7 del dpr 122/2009).

Le istituzioni scolastiche possono stabilire, per casi eccezionali, motivate e straordinarie deroghe al suddetto limite. Tale deroghe sono previste per assenze documentate e continuative, a condizione, comunque, che tali assenze non pregiudichino, a giudizio del Consiglio di Classe la possibilità di procedere alla valutazione degli alunni interessati.

Il mancato conseguimento del limite minimo di frequenza, comprensivo delle deroghe riconosciute, comporta l’esclusione dallo scrutinio finale e la non ammissione all’Esame si Stato.

Sono ammessi, a domanda, per abbreviazione per merito, direttamente agli esami di Stato del secondo ciclo gli alunni della penultima classe che hanno riportato, nello scrutinio finale, non meno di otto decimi in ciascuna disciplina o gruppo di discipline e non meno di otto decimi nel comportamento, che hanno seguito un regolare corso di studi di istruzione secondaria di secondo grado e che hanno riportato una votazione non inferiore a sette decimi in ciascuna disciplina o gruppo di discipline e non inferiore a otto decimi nel comportamento negli scrutini finali dei due anni antecedenti il penultimo, senza essere incorsi in ripetenze nei due anni predetti. Le votazioni suddette non si riferiscono all’insegnamento della religione cattolica. La domanda dovrà essere presentata al Dirigente Scolastico entro il 31 gennaio 2020

Gli alunni che cessino la frequenza delle lezioni dopo il 31 gennaio 2020 e prima del 15 marzo 2020 e intendano partecipare in qualità di candidati esterni, devono presentare domanda al Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale della regione di residenza entro il 20 marzo 2020.