Regolamento d’Istituto

Il regolamento d'istituto è l'attuazione dello Statuto in ogni scuola

Descrizione

1. Comportamento all’interno della scuola

 Nell’ambito della scuola il comportamento deve essere sempre corretto in modo da non danneggiare persone o cose. L’Istituto non risponde di oggetti lasciati incustoditi o dimenticati nell’edificio.

Non è permesso fumare in alcun ambiente interno all’Istituto. Il personale addetto al controllo comminerà le sanzioni previste alle studentesse e agli studenti sorpresi a fumare

Tutte le componenti della scuola godono della libertà di opinioni e di espressione. In particolare ogni componente deve disporre di appositi spazi riservati in tutte le sedi (centrale e succursali) per pubblicizzare comunicati autorizzati dal Dirigente Scolastico nel rispetto delle leggi vigenti. Tali scritti debbono portare, accanto alla eventuale denominazione del gruppo estensore, la controfirma di almeno un rappresentante del gruppo stesso, e la data relativa.

L’abbigliamento deve essere appropriato e consono nel rispetto del buongusto e del decoro.

Non è permesso l’uso di cellulari in aula. Si ricorda che la custodia non compete in nessun caso alla scuola.

2.  Orario, giustificazioni, ritardi, permessi

 Il Liceo Avogadro adotta la settimana corta con sabato libero. L’orario di inizio delle lezioni, fissato dal Consiglio di Istituto, è alle ore 8 nel rispetto delle norme. Gli alunni possono accedere ai locali della scuola dieci minuti prima dell’inizio delle lezioni. Dopo le ore 8:05 non si è più ammessi in classe e si attenderà l’inizio della 2^ ora nell’ambiente apposito delle due sedi. Il Consiglio d’Istituto ha deliberato due intervalli: il primo, della durata di quindici minuti, dalle ore 10:50 alle ore 11:05 e il secondo della durata di 5 minuti dalle ore 13:00 alle ore 13:05. Al suono della campana di fine di ogni intervallo riprenderanno le lezioni.

L’uscita è alla fine delle lezioni secondo il normale orario di ogni classe; alunni e docenti attenderanno in aula il suono della campana di uscita.

Ogni assenza va giustificata sul Registro Elettronico da uno dei genitori o da chi ne fa le veci, o dallo studente stesso se maggiorenne.

In caso di ritardo l’alunno viene ammesso alla 2^ ora, previa autorizzazione di un collaboratore del Dirigente Scolastico, che non sarà rilasciata oltre l’inizio della seconda ora di lezione, a meno che l’alunno non sia accompagnato da un genitore o esibisca attestazione di visita medica. I genitori prenderanno atto del ritardo giustificandolo sul Registro Elettronico.

Sono tollerati tre ritardi nel trimestre e quattro nel pentamestre.

Il superamento di tale limite comporterà l’abbassamento del voto di condotta nel periodo in questione, come da art. 2 del Regolamento d’Istituto.

Secondo quanto stabilito dalla Legge Regionale 22 ottobre 2018, n. 7, art. 68 “Disposizioni sulla semplificazione delle certificazioni sanitarie in materia di tutela della salute in ambito scolastico” non è necessario il certificato medico per il rientro in classe dopo assenza superiore a cinque giorni. Sono tollerate tre uscite anticipate nel trimestre e tre nel pentamestre.

Per quanto attiene le uscite anticipate, vanno, di norma, richieste il giorno prima e comunque, sempre per documentati e validi motivi. I minorenni potranno uscire solo con la presenza di un genitore o di altra persona precedentemente delegata per iscritto (l’operazione di delega deve avvenire in segreteria) da entrambi i genitori a questa funzione; l’uscita avverrà alla fine dell’ora di lezione per non disturbare il regolare svolgimento della stessa.

Non saranno ammessi ingressi posticipati o uscite anticipate oltre il 30 aprile.

3. Norme di funzionamento delle Assemblee

Le norme per il funzionamento delle assemblee degli studenti e dei genitori sono contenute negli artt. 42, 43, 44, 45, del D.P.R. n. 416 e norme successive. In particolare dette assemblee devono elaborare un regolamento per il loro funzionamento e inviarlo in visione al Consiglio di Istituto.

Per la convocazione delle Assemblee d’Istituto sono necessari almeno cinque giorni prima della data indicata, il 10% di firme di tutti gli studenti o il 50% del Comitato Studentesco; il relativo ordine del giorno viene autorizzato dal Dirigente Scolastico.

L’assemblea degli studenti si svolge in modalità mista:

  • in presenza: presso l’Aula Magna della sede di via Cirenaica ci sarà 1 rappresentante per classe e uno studente della classe da scegliere a rotazione. La presenza di due alunni per classe (un rappresentante e un compagno) è obbligatoria e sarà registrata con apposita firma sul foglio firme allegato
  • presenza obbligatoria in Aula Magna per i rappresentanti di istituto
  • a distanza su piattaforma: appello alle ore 8:00 da parte del docente della prima ora; ore 8:30 collegamento degli studenti con Aula;
  • i rappresentanti degli studenti comunicheranno il link di collegamento entro le ore 12 del giorno precedente l’assemblea; il link sarà pubblicato nella sezione “Comunicazioni” del Registro;
  • il verbale di assemblea, redatto a cura dei rappresentanti di istituto, dovrà essere consegnato in presidenza insieme al foglio firme allegato;
  • la seduta prenderà l’avvio alla presenza del Dirigente Scolastico o suo Collaboratore

E’ previsto un collettivo di classe al mese della durata non superiore alle due ore, autorizzato dal docente coordinatore e dai docenti delle ore interessate.

4.  Attività curriculari ed extracurriculari

Le attività curricolari, gestite con metodologie, obiettivi disciplinari e prove di vario tipo, sono elaborate nelle riunioni per Dipartimento e concordate nei singoli consigli di classe.

Le attività extracurricolari, i cui obiettivi sono coerenti con quelli formativi e didattici generali, ne rafforzano le qualità dei saperi disciplinari delle aree linguistiche e scientifiche, come indicato nel PTOF del Liceo

I progetti di attività extracurricolari indicati nel PTOF del Liceo:

  • sono aperti agli studenti di tutte le classi del livello interessato;
  • sono coerenti con gli obiettivi formativi;
  • coinvolgono e fanno partecipare attivamente gli

Il viaggio d’istruzione è un momento di pluridisciplinarità, legato al percorso didattico della programmazione collegiale di inizio anno e costituisce una vera e propria attività complementare della scuola. Vigono, quindi, le stesse norme che regolano le attività didattiche.

Il Consiglio di Istituto, in data 29/03/2022 con Delibera n. 169, ha rivisto e corretto il Regolamento dei viaggi di istruzione così come indicato nel PTOF del Liceo e pubblicato sul sito web.

5.  Accesso alla Biblioteca e alla Segreteria

Si accede alla biblioteca e alla segreteria nell’orario reso pubblico e soltanto su autorizzazione del docente di classe. Gli alunni potranno prelevare i libri per la consultazione e per il prestito firmando su apposito registro a cura del bibliotecario. Alcune pubblicazioni, come le enciclopedie e i trattati di più volumi, sono disponibili solo per la consultazione e quindi sono esclusi dal prestito.

Per la consultazione sarà disponibile la sala di lettura della biblioteca. I giorni e gli orari di apertura al pubblico della segreteria di entrambe le sedi sono resi noti attraverso le note interne ed il sito della scuola.

6.  Colloqui tra genitori e docenti

 Il ricevimento dei genitori da parte dei professori avviene con orario e modalità stabiliti dal Consiglio di Istituto su proposta del Collegio dei Docenti.

Fatta salva la disponibilità del docente, i genitori che, per motivi diversi non hanno potuto parlare con i docenti negli orari stabiliti possono inviare tramite mail una richiesta di appuntamento.

I colloqui antimeridiani inizieranno secondo calendario definito dal Piano annuale delle attività; sono altresì previsti due ricevimenti pomeridiani, da svolgersi nelle modalità proposte dal Collegio Docenti e approvate dal Consiglio di Istituto.

7.  Programmazione Organi Collegiali

 Fatta salva la libertà di convocazione di ogni organo collegiale nel rispetto delle competenze, all’inizio dell’anno scolastico sarà deliberata la programmazione annuale che terrà conto di quanto segue:

Collegio docenti:

  • riunioni ordinarie del Collegio dei Docenti prima dell’inizio delle lezioni per deliberare il calendario delle riunioni annuali nel rispetto delle competenze e, successivamente
  • riunioni ordinarie per deliberare circa i criteri di valutazione finale e attribuzione del credito scolastico, la scelta definitiva dei progetti extracurricolari, la programmazione didattica collegiale, le proposte dei viaggi d’istruzione, l’adozione dei libri di testo e quanto

Consigli di classe solo componenti docenti:

I consigli di classe saranno convocati sia per gli scrutini trimestrali sia per gli scrutini finali e per programmare, verificare, monitorare le attività didattiche ed educative integrative.

Consigli di classe con docenti, genitori ed alunni:

I consigli di classe, aperti a tutte le componenti, saranno convocati non meno di 3 volte l’anno.

Consiglio di Istituto preceduto dalla giunta esecutiva:

Almeno 4 volte l’anno, in data fissata al termine di ogni riunione o secondo necessità

8.  Nomine Componenti Commissioni elettorali d’Istituto 2022/2025

 Vista l’O.M. n. 215 del 15 luglio 1991, art.24 e successive modifiche ed integrazioni

Visto il Testo Unico 16.04.1994/n.297, parte I-tit.I concernente le norme sulla istituzione degli organi collegiali della scuola

Vista la circ.n. 20 MIUR prot.n. 4265 dell’1.08.2013

 

IL DIRIGENTE NOMINA

I componenti della Commissione elettorale del Liceo scientifico “A. Avogadro” di Roma come sotto specificato:

Gabriele Paolucci – Monica Tartaglione – docente

Domenico Battaglia – assistente amministrativo

Anna Claudia Settimi – genitore

D’Andrea Lorenzo – studente

In base all’art. 24 comma 4 dell’O.M. 215/91 la Commissione Elettorale eleggerà nella prima seduta, a maggioranza dei suoi componenti, il Presidente della Commissione stessa. Le funzioni di segretario saranno svolte da un componente designato dal Presidente.

9.  Nomine annuali Organi Collegiali

In carenza di tempestive disposizioni legislative gli organi collegiali di nomina annuale, o i membri di nomina annuale in altri organi collegiali, rimangono a tutti gli effetti in carica, con la modalità e le eventuali surroghe previste dal D.L. no 297 del 16 /04/94 e norme successive, fino al momento della proclamazione dei nuovi eletti. Per quanto riguarda i consigli di classe, le componenti GENITORI e STUDENTI verranno annualmente eletti secondo modalità e tempi indicati dall’USR.

Allegati